Stampa
Categoria: Penitenziari

Oggetto: Vertenza C.C. Bicocca – Dotazione organica Personale già al N.T.P. Provinciale di Bicocca trasferito dalla C.C. di Catania P.L. alla C.C. di Catania Bicocca – Risposta alla nota Provveditoriale prot. n. 013711-OR/III del 05/02/2013

 

         Egregio Dr. Veneziano,

in risposta alla Sua nota prot. n. 013711-OR/III del 05/02/2013 ci è doveroso spiegarle che la nostra O.S. interviene allorquando è chiamata in causa dai lavoratori iscritti o interessati. Per quanto riguarda il problema del “personale di Polizia Penitenziaria già nell’organico del N.T.P. Provinciale di Catania distaccato dalla C.C. di Catania P.L., che ha avuto a seguito dell’interpello nazionale il trasferimento alla C.C. di Bicocca, malgrado fosse stato assegnato al N.T.P. Provinciale di Bicocca (CT) (Nucleo Unico) con disposizione Provveditoriale nominativa, quando sarà completato il trasferimento giuridico dalla C.C. di Catania P.L. alla C.C. di Catania Bicocca (di fatto sulla carta), sarà assegnato alla C.C. di Bicocca e non al N.T.P. Provinciale ove svolgeva il servizio con disposizione Provveditoriale”. Tale intervento e tale vertenza è stata inoltrata in quanto il Direttore della C.C. di Bicocca aveva dato disposizioni agli Uffici competenti del Nucleo e dell’Istituto che dopo che il personale avesse fatto rientro con regolare foglio di marcia dalla C.C. di Catania P.L. alla C.C. di Bicocca doveva essere assegnato ai servizi di Istituto. Ciò veniva detto e riferito dagli Uffici competenti al personale interessato. La scrivente O.S. veniva informata dagli interessati della disposizione data dal Direttore motivo per cui predisponeva ed inviava la nota.

         Il Direttore vedendo un’ulteriore vertenza tornava indietro sulle Sue disposizioni e Le diceva che non aveva mai dato tali disposizioni.

         Egregio Dr. Veneziano verificare tutti i motivi per cui la nostra O.S. ha proclamato manifestazioni, camper, etc. etc. sospese per la convocazione della S.V. fatta per il 12 c.m. è facilissimo visto il modo elementare in cui sono stati esposti i punti della vertenza e anche nella presente nota di chiarimenti alla S.V. si evince l’incoerenza della Direzione.

         Cogliamo l’occasione per segnalare che nessun punto della vertenza a tutt’oggi è stato risolto dalla Direzione e si ribadisce che in data 12 in occasione dell’incontro Provveditoriale se la S.V. non ci darà delle risposte concrete e certe sulla conduzione della C.C. di Bicocca con atti e provvedimenti che già dovrebbero essere stati presi da tempo avvieremo tutte quelle azioni di lotta ad oggi sospese.

         Non è più possibile che su vertenze chiare e fatti concreti a tutt’oggi non ci sono da parte della S.V. provvedimenti nei confronti della Direzione della C.C. di Bicocca per il mancato rispetto di accordi sindacali, disposizioni, graduatorie, interpelli, etc. etc.

         Si chiede inoltre di avere prima del 12 un’informazione preventiva su tutte le verifiche dalla S.V. disposte relative alla nostra vertenza e denuncia sindacale.

         Si coglie l’occasione per chiedere la data della convocazione per il Comparto Ministeri in considerazione che la vertenza era congiunta Area Sicurezza e Comparto Ministeri.