Stampa
Categoria: Penitenziari

Oggetto: Nota OO.SS. SAPPE – UIL PA Penitenziari – SINAPPE – UGL del 27.06.2013 avente oggetto:

              - Vertenza Casa Circondariale Bicocca –

              - Manifestazione sit-in previsto per il 12 luglio 2013 dalle ore 10.00 alle ore 12.00 dinanzi la Prefettura di Catania

              a) - Sospensione del provvedimento di rotazione del personale operante al Nucleo Operativo Traduzioni e Piantonamenti Provinciale di Bicocca Catania con integrazione di personale da altri Istituti        

               b) - Mancato rispetto delle prerogative sindacali per i dirigenti sindacali

                       

 

 

            Egregio Dr. Veneziano,

la nota sottoscritta dalle OO.SS. territoriali citata in oggetto è inequivocabile.

            Occorre ricordarle che le Segreterie Regionali in data 19.02.2013 per le problematiche indicate nella nota avevano dato mandato così come nelle altre provincie alla contrattazione decentrata al Direttore dell’Istituto della C.C. di Bicocca e alle OO.SS. territoriali per la vertenza “Istituto”e per il Nucleo Operativo Provinciale di Catania Bicocca.

            Come la S.V. potrà notare la maggioranza delle OO.SS. chiede l’abrogazione della concertazione territoriale del 26.02.2013 avvenuta alla Casa Circondariale di Bicocca, non inficiando la contrattazione regionale.

            Inoltre in tale nota si fa rilevare che gli accordi regionali sulla vertenza Istituto di Bicocca non sono stati rispettati dalla Direzione, dissentendo dalle Sue disposizioni e dagli impegni assunti con le OO.SS.

            Altresì si rileva che il Direttore e la S.V. non hanno rispettato le prerogative sindacali per i dirigenti sindacali.

            Pertanto si invita la S.V. a valutare con attenzione la nota delle OO.SS. territoriali e invitare con immediatezza il Direttore della C.C. di Bicocca a riconvocare le OO.SS. e riconcertare i punti sollevati dai firmatari della nota evitando la Manifestazione sit-in già proclamata e prevista per il 12.07.2013 dinanzi la Prefettura di Catania.

            Speriamo che il buon senso della S.V. prevalga nel rispetto degli accordi che spesso cita nelle Sue risposte.

                                    Distinti saluti.

Il Segretario Nazionale

Armando Algozzino